L'intervento di Alessandro Azzi, presidente di Federcasse

Video Correlati

30 Ott 2014

“Il vero problema – secondo il presidente di Federcasse Alessandro Azzi – è che se viviamo in un acquario in cui il clima non è regolato da noi, dobbiamo stare attenti a sopravvivere. Per questo abbiamo la necessità che la nuova cornice europea garantisca proporzionalità e gradazione nell’applicazione delle regole. Diciamo no ad un modello di banca omologato, si al pluralismo. Ma abbiamo un problema di visibilità, occorre far sapere ai lontani regolatori europei chi siamo e cosa rappresentiamo”.

L'intervento è stato registrato in occasione della tavola rotonda, dal titolo "Biodiversità nel settore bancario e regolamentazione: la tradizione delle banche etiche e cooperative", organizzata nell'ambito della riunione scientifica annuale della Società italiana degli Economisti (SIE), in collaborazione con Cooperazione Trentina