Le conclusioni di Giorgio Gobbi (Banca d'Italia)

Video Correlati

28 Ott 2014

Per Giorgio Gabbi, direttore del servizio stabilità finanziaria della Banca d’Italia, in realtà non serve meno regolamentazione, ma una regolazione diversa, dinamica, che tenga conto della specificità del credito cooperativo.

L'intervento è stato registrato in occasione della tavola rotonda, dal titolo "Biodiversità nel settore bancario e regolamentazione: la tradizione delle banche etiche e cooperative", organizzata nell'ambito della riunione scientifica annuale della Società italiana degli Economisti (SIE), in collaborazione con Cooperazione Trentina